5 x 1000

Aiutaci! Firma per donare il tuo 5 x Mille
Per donare il 5 per mille alla nostra Associazione è sufficiente scrivere il nostro numero di Codice Fiscale

92040200377
sulla denuncia dei redditi

Per ragioni di trasparenza e di necessaria informazione, di seguito mostriamo la relazione che abbiamo inviato al Ministero delle Finanze:

RELAZIONE AL MINISTERO DELLE FINANZE

Per ottenere il 5 per mille per la nostra Associazione di volontariato di Bologna.

Il nostro codice fiscale è 92040200377

Nel settembre del 1994 un gruppo di volontari medici e non, fondò l’Associazione di volontariato Iniziativa Parkinsoniana “I.P.”, iscritta all’ONLUS, unica in Emilia Romagna e forse anche in Italia, ad istituire corsi neuromotori e di joga della durata di un’ora, due volte la settimana e per tutto l’anno con lo scopo di dare assistenza materiale e morale ai malati di morbo di Parkinson e sollievo ai loro famigliari.
I soci sono circa 110 di cui circa 71 sono i malati di morbo di Parkinson che attualmente usufruiscono della nostra opera.
I pazienti sono divisi:

in quattro gruppi di otto cadauno con malattia iniziale, che praticano esercizi di joga indicata, adeguata e applicata ai m. di Parkinson, con risultati molto soddisfacenti,

quattro gruppi sempre di otto cadauno con malattia più avanzata, che eseguono esercizi neuromuscolari con lo scopo di rallentare il decorso della malattia.

E’ in attuazione, per coloro che sono affetti da disturbi della fonazione e di deglutizione, corsi di logopedia sempre divisi in gruppi di otto persone, una sola volta la settimana.
Questi esercizi fatti singolarmente a domicilio, a parte la spesa, non ottengono nessun risultato, come pure gli esercizi eseguiti in Ospedale per quindici giorni, perché non hanno seguito durante l’anno.
I fisioterapisti da noi impiegati sono specializzati per questa malattia e retribuiti a tariffa libera professionale: € 50,00 l’ora.
Gli esercizi si svolgono nei locali concessi a noi, in comodato d’uso gratuito, dal Quartiere Savena di Bologna.
Gli esercizi di joga e neuromucolari sono stati studiati opportunamente per dare la possibilità di recuperare un buon equilibrio psico-fisico, costantemente alterato dalla malattia e dalla difficoltà della vita di relazione, perché, il sentirsi più sereni ed autosufficienti, porta maggiormente a socializzare e a condividere con gli altri la problematica che questa malattia comporta.
E’ nostra intenzione, qualora avessimo più possibilità, istituire più corsi neuromuscolari e di joga.
Fino ad oggi, tutti i malati di m.di Parkinson che ne hanno fatto richiesta, siamo riusciti ad accoglierli, ma purtroppo, al momento, non siamo più in grado di accettarne altri, perché dovremmo aumentare le ore e non saremmo più in grado di pagare i fisioterapisti.
Noi promotori di questa iniziativa prestiamo la nostra opera completamente gratuita. Abbiamo interessato anche le autorità cittadine per avere un contributo economico, ma fino ad oggi abbiamo solo ricevuto elogi per la nostra attività.

Per il consiglio direttivo
Il presidente Onorario
Dott. Saturno Nanni

Bologna, 19/03/2007